Ciresa presenta una novità assoluta per il mondo del pianoforte:

Resonance Piano, il suono di un vero gran coda da concerto per il tuo pianoforte digitale.

Poteva nascere solo in Val di Fiemme.

Costruiamo tavole armoniche da 45 anni.
Le produciamo con il legno musicale più famoso, l’abete rosso della Val di Fiemme.
Le realizziamo per i pianoforti più prestigiosi.

L’esperienza di migliaia di tavole armoniche che suonano in tutto il mondo sono oggi racchiuse in Resonance Piano.

NEWS

Prima tappa,
Milano.

Come apprezzare le qualità sonore di Resonance Piano? Suonandolo ed ascoltandolo. Per questo numerosi pianisti, insegnanti di pianoforte e musicisti si sono ritrovati a novembre presso lo storico negozio "Griffa Pianoforti" di Milano per testare la rivoluzionaria novità rappresentata da Resonance Piano. Sorprendenti e molto positivi i pareri espressi; il prodotto convince!! Vi informeremo su luoghi e date dei prossimi appuntamenti in programma.

Un Resonace
Piano per due.

Un'occasione particolare è quella che ha visto due artisti di fama mondiale come il pianista Rohan De Silva ed il violinista Stefan Milenkovic duettare attraverso lo stesso Resonance Piano. Oltre al piano digitale suonato da De Silva anche Milenkovic ha potuto collagare il suo violino (elettronico per questa occasione) alla tavola armonica di Resonance sperimentando, primo artista delle quattro corde al mondo, la versatilità del nuovo strumento e l'amplificazione naturale ottenuta senza alcun altoparlante!
Grazie Maestri per la vostra disponibilità.

Resonance
si fa in tre.

Pronti ed oggi in visione e prova presso la sede e show-room di Ciresa a Tesero (Val di Fiemme), i modelli finiti di Resonance Piano nelle tre varianti colore nero lucido, bianco opaco, nero opaco. Eleganti e molto curati, arredano come un gran coda da concerto. Resonance Piano sarà disponibile alla vendita dai primi mesi del 2019.

Compila il form per vedere, ascoltare, provare Resonance Piano in anteprima.

spunta una o più voci*

*campo obbligatorio

Suono Naturale

corrispondente a quello di un pianoforte a coda, grazie all’anima in legno di risonanza.

Grande Versatilità

il suono di un pianoforte a coda con la praticità, leggerezza e trasportabilità di un pianoforte digitale.

Cura Estetica

il design ripropone esattamente la forma esclusiva di un pianoforte da concerto.

Qualità Unica

grazie al legno di risonanza della Val di Fiemme, all’esperienza Ciresa, alla più avanzata ricerca sul suono naturale.

Con Resonance ho realizzato il sogno di un suono perfettamente naturale

L’idea di Resonance Piano nasce dalla consapevolezza che, per fare cose nuove e di valore, bisogna saper vedere e pensare in modo nuovo. Osservando il mercato ho interpretato le esigenze di chi fa musica utilizzando gli 88 tasti, che spesso sogna un buon pianoforte a coda, ma ne vede i limiti pratici e il costo fuori portata. Al tempo stesso è attratto dai pregi e dai vantaggi offerti dai piani digitali, ma in difficoltà ad accettarne il suono riprodotto, lontano dal proprio sogno. Il nostro è un lavoro da sempre a sostegno del “legno di risonanza” per la musica, senza compromessi.

Tutto ciò che produciamo alla Ciresa suona, e suona bene. Niente tavole armoniche in multistrato o in materiali sintetici, in fibra di carbonio, ecc. Solo Legno di Risonanza, il migliore, l’Abete di Fiemme! Ed anche per il futuro vogliamo continuare a costruire le migliori tavole armoniche da pianoforte, come facciamo da 45 anni.

Per questo Resonance Piano by Ciresa poteva nascere solo in Val Di Fiemme
e poteva basarsi soltanto sull’uso delle tavole armoniche in Abete di Fiemme.
Un progetto pensato per far “suonare i pianoforti digitali” in modo naturale, senza compromessi.
In Ciresa abbiamo un’esperienza consolidata, la passione per il legno e le competenze per farlo.

Fabio Ognibeni
titolare Ciresa Srl – inventore di Resonance Piano


La scienza del suono per ricercare l’anima del pianoforte.

Quando Fabio mi parlò della sua idea rimasi sconcertato per l’audacia, ma conoscendo da anni le sue Opere Sonore, non mi stupii più di tanto... Usare una tavola di risonanza di piccole dimensioni per riprodurre un segnale elettrico musicale è difficile, ma fisicamente concepibile. Usare la tavola di risonanza di un gran coda; togliere il telaio; togliere le corde; togliere i martelletti; sostituire la tastiera originale con una tastiera digitale e pretendere di emulare un pianoforte acustico, non è solo inconcepibile, è pura follia!

Ragion per cui accettai la sfida ed iniziai immediatamente uno studio accurato per trovare soluzioni teoriche ad un problema “impossibile”. Tali soluzioni esistevano, a patto di ri-pensare la fisica dello strumento in modo diametralmente opposto a quanto fatto fino ad allora, rivoltando come un calzino il modello del pianoforte, arrivando così alla sua Anima.

La chiave di volta fu comprendere che il segnale elettrico di un pianoforte a sintesi digitale non può in alcun modo essere affidato a sistemi di altoparlanti tradizionali, poichè la loro radiazione acustica è, dal punto di vista matematico, esattamente opposta a quella della tavola di risonanza di un pianoforte: questo insuperabile ostacolo non consente di suggestionare il pianista ed il coinvolgimento emotivo è definitivamente perso.
Resonance Piano by Ciresa regala quindi alle tastiere digitali ciò di cui esse sono nativamente prive: L’Anima.

Mario Marcello Murace
(Ingegnere Acustico – Consulente del suono per Ciresa)